Partecipare a lezioni online senza usare preziosi Gigabite di traffico

Torno su un tema già trattato per chi, come molti colleghi della mia scuola, sta usando Google Meet per realizzare brevi videolezioni online.

Di fatto Google Meeting prevede già uno strumento per permettere la connessione alla conferenza via telefono (fisso o cellulare che sia), come spiegato in questo precedente articolo sul “digital divide” che rischiamo di introdurre con questi nuovi strumenti:

Se il problema, però, tocca solo uno studente all’interno dell’intera classe esiste un modo alla portata di quasi qualsiasi professore: con l’approvazione dei genitori dell’allievo/a è possibile mettersi in contatto con un telefono (fisso o cellulare) della famiglia a poi mettere in vivavoce il vostro cellulare ponendolo a breve distanza dal vostro PC collegato in conferenza.

In questo modo la voce dell’allievo/a entrerà in conferenza attraverso l’altoparlante del vostro cellulare e viceversa i suoni della conferenza saranno veicolati verso il vostro cellulare dagli altoparlanti del vostro PC.

Si tratta di una “soluzione” (meglio dire di un workaround) sporco e veloce e valido solo per una persona alla volta, ma certamente molto meglio che lasciare indietro i nostri allievi.

Spero possa essere utile.

Lascia un commento