Perché attribuire al complotto ciò che può essere spiegato dall’imbecillità?


Il virus esiste. Me lo dicono fonti di prima mano, persone impegnate nel SSN in prima fila, che conosco personalmente da decenni, come GiulianoGiovanniDiego:

https://www.facebook.com/giuliano.desantis.90/posts/10218304045412279

Che bisogno c’è di negare la sua esistenza per impostare un ragionamento critico sulle misure prese dai vari governi per gestire l’emergenza?

Che bisogno c’è di invocare complotti dove stupidita, incapacità e orrore per la responsabilità sono già spiegazioni più che valide alle misure “ad mentula segugium” prese dalla politica?
Non sarà che stiamo cercando, anche noi “dal basso”, di scaricare ogni responsabilità per non ammettere “sono stato davvero un pazzo sconsiderato a votare questi incompetenti, la prossima volta sarebbe meglio votare con la testa e non con la pancia” (per essere fini).

Se non ci occupiamo di politica, presto o tardi un politico finirà con l’occuparsi di noi. Magari normando le volte che possiamo respirare in 1 ora sulla base del calendario di Padre Pio.

La politica dovrebbe trovare il giusto equilibrio fra diritto alla salute, diritto alla salute mentale, diritto al ricevere un salario che permetta una vita dignitosa ai cittadini e alle loro famiglie, diritto all’istruzione. Quello che abbiamo visto è stata una politica inadeguata a questo compito. Più entriamo in fase 2,3,4 e più gli errori aumentano e diventano sempre più gravi ed evidenti.

Lascia un commento